Natale 2017 con delitto

IMG_20171225_101859Dice: che c’entra il delitto a Natale? Semplice, tutto ha avuto inizio alla tradizionale cena della vigilia a casa di mia cugina. Come negli ultimi anni, abbuffé all’impiedi, ma questa volta con un delitto da risolvere.

Io, Niccolò Passetti, assicuratore e amico di Marco Bonaldi, sospettavo di una truffa in atto e aiutato da Leonardo Zani dovevo smascherare i colpevoli. Tralasciando il fatto che ho giocato più all’XBox con Leonardo che alla cena con delitto, che mi sono ucciso di crostini e lasagne, che mio babbo inventava la storia, alla fine non ho vinto. Ma l’importante era arrivare a mezzanotte per lo scartamento dei regali.

Sveglia all’alba, secondo il mio fusorario sono tipo le 10, foto di rito all’albero con millemila regali e poi spacchettamento molesto seguendo il tipico ordine random con la mamma che spoilera i regali ancora prima che uno l’abbia aperti.

IMG_20171225_101839

 

Dato che il tempo era poco, ho ammucchiato tutta la mercanzia in camera e l’ho fotografata solo in tarda serata. Una manciata di biscotti al volo e poi dalla nonna che non faceva un viaggio fuori casa da settembre. Battute tutte le barriere spazio-temporali giocando d’anticipo sui viaggiatori verso mete mangerecce di Natale, questa volta non si fa tardi per il pranzo. Allora, qui mi tocca citare lo spritz rivisitato dal babbo con l’alternativa vintage dell’Aperol e l’alternativa stravaganze dell’acqua tonica. Poi crostini, pecorini, salatini e olive perchè tanto c’era poco da mangiare; tortellini in brodo che Cannavacciuolo scansati prima di subito; lesso e cappone impiccantiti da senape e mostarda; best faraona ripiena; mix di frutta secca around the world e panettone by Renza.

Dialogo della giornata che resterà nella storia dei pranzi di Natale. Nonna: Ma il cellulare oltre che con il filo si carica anche a mano? Io: Come a mano… Nonna: Si, con la manovella. Io: Con la manovella? Nonna: Si, a mano, con la manovella, come i telefoni di un tempo. Io: Nonna, hai mai avuto un cellulare che si ricarica a mano? Nonna: No. Io: E allora questo non si ricarica a mano ma con il cavo della corrente.

Ed ora la lista dei regali che tanto mi appassiona.

  • Zainetto Napapijri da portare a lavoro con il pranzo,
  • Giubbotto in pelle per andare in scooter da parte del babbo,
  • Mutande rosse e calzini da palestra,
  • Deodorante Acqua di Giò e set di saponi da bagno,
  • Gorillapod per la reflex da parte di mia sorella,
  • Mutande stellari SW da parte di Pheede,
  • Felpa nera che sta su tutto,
  • Loop band Decathlon autoregalotomi,
  • Zainetto AKS e libro sul Kamasutra ricevuto come Secret Santa,
  • Soldi sotto diversa forma per investimenti futuri.

IMG_20171225_210539

Ed ora l’ultima manciata di struffoli, l’ultima fetta di panettone, l’ultimo cavalluccio, l’ultimo biscottino…

 

Annunci

Informazioni su niccozan88

Studente-dottore chimico, spippolatore del web, karateka, compagno, amante della natura, neofita della fotografia
Questa voce è stata pubblicata in Festività e Auguri e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...