Piaggio Beverly 350 ST – Scheda tecnica

È giunto il momento di un nuovo post dedicato al Piaggio Beverly 350 ST, ora che ho da poco sfondato il muro dei 10mila km durante i primi giorni di vacanza estiva. Se leggete fino in fondo troverete anche come ho risolto il problema delle vibrazioni a media velocità.

Seconda parte di questo percorso descrittivo sul Piaggio Beverly 350 ST, lo scooter a ruota alta della casa di Pontedera. Nel primo articolo avevo dato una scorsa generale alle prime impressioni; di seguito la tabella dei dati tecnici direttamente ripresi dal manuale del Piaggio Beverly 350 Sport Touring ABS-ASR.

IMG_20170218_162219

DATI MOTORE
Tipo Monocilindrico a 4 tempi
Cilindrata 330cc
Alesaggio per corsa 78x96mm
Rapporto di compressione 12,0±0,5
Minimo motore 1700±100rpm
Distribuzione Quattro valvole, monoalbero a camme in testa comandato a catena
Gioco valvole Aspirazione: 0,10mm
Scarico: 0,15mm
Potenza massima all’albero 24,5kW a 8250rpm
33,3cv a 8250rpm
Coppia massima 32,3Nm a 6250rpm
Trasmissione Con variatore automatico a pulegge espansibili con asservitore di coppia, cinghia trapezoidale, frizione automatica centrifuga in bagno d’olio
Riduzione finale A ingranaggi in bagno d’olio
Lubrificazione Lubrificazione del motore mediante pompa (interna al carter) trocoidale, filtro olio e by-pass di regolazione della pressione
Raffreddamento A circolazione forzata di liquido
Avviamento Elettrico
Accensione Elettronica induttiva ad alta efficienza integrata con l’iniezione, anticipo variabile e bobina A.T. separata
Anticipo accensione A mappa tridimensionale gestita da centralina
Alimentazione Iniezione elettronica IAWM3G con corpo farfallato diametro 38mm, pompa carburante elettrica
Candela NGK CR7EKB
Carburante Benzina senza piombo (95 R.O.N.)
Marmitta Di tipo ad assorbimento con convertitore catalitico trivalente e sonda lambda allo scarico
Normativa emissioni Euro 3
DATI VEICOLO
Telaio In tubi e lamiere stampate in acciaio
Sospensione anteriore Forcella telescopica idraulica con stelo ø=35mm
Sospensione posteriore Due ammortizzatori a doppio effetto con regolazione del precarico su quattro posizioni
Freno anteriore A disco anteriore ø=300mm con comando idraulico azionato dal manubrio con leva dx; frenata assistita da sistema ABS
Freno posteriore A disco posteriore ø=240mm con comando idraulico azionato dal manubrio con leva sx; frenata assistita da sistema ABS
Tipo cerchi ruota In lega leggera
Cerchio ruota anteriore In lega alluminio pressofusa 2, 15×16″
Cerchio ruota posteriore In lega alluminio pressofusa 2, 75×14″
Pneumatico anteriore 110/70 – 16″ M/C 52S Tubeless
Pneumatico posteriore 150/70 – 14″ M/C 66S Tubeless
Pressione pneumatico anteriore (senza passeggero) 2,2bar
Pressione pneumatico anteriore (con passeggero) 2,2bar
Pressione pneumatico posteriore (senza passeggero) 2,4bar
Pressione pneumatico posteriore (con passeggero) 2,6bar
Peso a secco 179kg±8kg
Peso massimo ammissibile 375kg
Batteria 12V/10Ah sigillata
CAPACITÀ
Olio motore 1,5L circa
Olio trasmissione 500cc circa
Liquido impianto di raffreddamento 1,75L
Serbatoio carburante 13±1L

Come espresso precedentemente, trovo il motore ben equilibrato tra spunto iniziale e allungo, è piacevole sia scattando da fermi che nelle lunghe percorrenze in superstrada a velocità costante anche a 110km/h. Alcuni si lamentano delle sospensioni, troppo morbide per alcuni, troppo rigide per altri. Io ho trovato la soluzione ottimale alla penultima durezza disponibile e gonfiando le ruote alla massima pressione ammessa, anche se sono solo e senza carichi. In questo modo è leggermente più rigido sulle buche ma la tenuta di strada su asciutto e bagnato è perfetta, non molleggiata e nemmeno troppo dura.

La media di consumi di carburante è all’altezza di un maxiscooter con queste prestazioni: ho una media totale di circa 27km/L (costantemente misurato da pieno a pieno) con picchi positivi di 30km/L. Anche per i consumi di benzina c’è chi si lamenta di valori eccessivi, ma credo che oltre al rodaggio iniziale, conta molto come si tratta il mezzo. Fare tutte sparate da fermo portando la manopola del gas a fondo corsa, per poi inchiodare immediatamente, fanno innalzare vertiginosamente i consumi. Io tengo una guida tranquilla, lascio scaldare il motore e evito sgasate e frenate inutili.

Ed ora spiego come ho risolto il problema delle vibrazioni a circa 80km/h o 60km/h come lamentava qualcuno. Anche io avevo questa spiacevole situazione, accentuata se montavo il bauletto (non originale, e senza i contrappesi maggiorati): a 50km/h in curva e a 80km/h sul diritto sentivo una sorta di sbacchettamento sull’anteriore. Poi a circa 9500km ho dovuto sostituire lo pneumatico posteriore per una fessurazione su un incavo del battistrada, sostituendolo con un analogo Michelin City Grip. A 9700km ho effettuato il tagliando dei 10mila km (ho dovuto anticipare per motivi di tempo) e dal meccanico Mattolini di Sesto Fiorentino, sotto suo consiglio, ho fatto montare una piastra che rialzasse il bauletto K35. L’unione tra una gomma nuova e più giovane e una maggior equilibratura sul posteriore con il bauletto riposizionato, dopo 1000km che ho percorso (anche a pieno carico) non ho notato il rollio sull’anteriore tipico.

E per concludere saluto gli amici dei gruppi Facebook Piaggio Beverly 350 ie SportTouring, Possessori Piaggio beverly 125-200-250-300-350-400-500 e BeverlyClub che seguo e leggo molto volentieri.

Annunci

Informazioni su niccozan88

Studente-dottore chimico, spippolatore del web, karateka, compagno, amante della natura, neofita della fotografia
Questa voce è stata pubblicata in Divulgazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Piaggio Beverly 350 ST – Scheda tecnica

  1. Giuseppe Pietroluongo ha detto:

    ciao anche io sono possessore di un Beverly 350st del 2017 quindi euro 4. Purtroppo ho qualche cavallo in meno rispetto al modello euro 3 ma non mi lamento delle prestazioni. Ho notato anche io il leggero sbacchettamento a 60 km/h e sono quasi felice di non essere il solo ad avere questo piccolo difetto che purtroppo non riesco a non notare ogni volta che arrivo a quella velocità. Io però non monto il bauletto ma monto solamente il parabrezza alto della Isotta e credo e spero che sia questo il mio problema. Sono indeciso se smontare o meno il paravento per vedere se sparisce la vibrazione tu cosa mi consigli di fare se il.difetto non sparisce nemmeno senza paravento ?

    • niccozan88 ha detto:

      Prova senza cupolino e poi anche con il cupolino originale. Altri hanno sentito dei miglioramenti montando dei contrappesi sul manubrio più pesi.

    • Mauro ha detto:

      Cambia la gomma anteriore e tutto sparisce…….io ho montato a 12000 km pirelli diablo…….un altro pianeta……ero disperato dallo sbacchettamento in rilascio intorno ai 50-60 km/h

      • niccozan88 ha detto:

        Ciao Mauro, la mia gomma anteriore è sempre quella originale uscita di fabbrica. Ho cambiato solo la posteriore perchè sciupata ed il problema dello sbacchettamento è scomparso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...